mercoledì 7 ottobre 2009

Ipnosi e autoipnosi per i bambini: video intervista a Jeff Lazarus


Ciao,
a fine settembre Mauro ed io siamo andati a Roma per partecipare al 18° Congresso Mondiale di Ipnosi organizzato dalla International Society of Hypnosis.
Come puoi vedere dal programma del congresso gli interventi e gli esperti provenivano da tutte le parti del mondo e così abbiamo avuto l'occasione di vedere in azione medici, psicologi e psicoterapeuti che applicano l'ipnosi in diversi campi .
Oltre a nomi famosi che già conosci, come ad esempio Camillo Loriedo, Consuelo Casula e Michael Yapko (quest'ultimo attualmente è il maggior esperto nell'utilizzo dell'ipnosi per il trattamento della depressione), abbiamo visto ed intervistato per te alcuni esperti italiani e stranieri che ci hanno particolarmente colpito.
In alcune di questi video vedrai per la prima volta in veste di "intervistratrice" la Dott.ssa Ericka Chovanec, psicologa che lavora a Vienna e che come anticipava Mauro nell'intervista di questa estate è coinvolta nel nostro progetto di diffusione dell'ipnosi a livello europeo.
Ecco la presentazione di queste video interviste:



La prima video intervista l'abbiamo fatta al Dott. Jeffrey E. Lazarus Medico Pediatra Californiano che utilizza l'ipnosi per aiutare i bambini e gli adolescenti.

Ecco il video:



Ecco la traduzione dell'intervista:

Dott.ssa Chovanec: Buon pomeriggio sono la Dottoressa Erika Chovanec lavoro e vivo a Vienna e sono una psicologa. Collaboro con il
Dott. Mauro Barachetti e il Dott. Manuel Mauri di Ipnosi Strategica. Siamo a Roma per il Congresso Internazionale di Ipnosi e vi vorrei presentare il Dott. Jeffrey Lazarus: "Dott. Lazarus come pedriatra in che modo utilizza l'ipnosi con i bambini? Può spiegarci brevemente cosa si intende quando si parla di ipnosi per il trattamento dei problemi infantili? Cosa significa esattamente?"

D. Lazarus: Penso che un buon esempio posso essere definire l'ipnosi come uno stato di attenzione estremamente focalizzata.

Chi ad esempio guida la macchina ha avuto l'esperienza di essere immerso nei propri pensieri o magari al telefono con qualcuno ed essere così concentrato da dimenticarsi ad esempio di svoltare nella giusta direzione.

Non si è addormentati ma semplicemente in uno stato di attenzione estremamente focalizzata.

Quello che facciamo in ipnosi, come anche il Dott. Yapko dice, è quello di accompagnare i nostri pazienti mentre loro entrano in questo stato di attenzione focalizzata.

Li aiutiamo a creare nella propria mente un' esperienza così intensa da portarli a diventare consapevoli di poter fare delle cose di cui prima non erano nemmeno consapevoli.

Si può dire che l'ipnosi è uno stato di attenzione focalizzata nel quale aiutiamo i nostri pazienti a fare ciò che da soli non riescono a fare


C: Quindi lei lavora con bambini?

L: Si.


C: Cosa significa fare ipnosi con i bambini e come funziona?

L: Posso dire che lavorare in ipnosi con i bambini è molto più facile che con gli adulti perchè i bambini sono molto più aperti. Hanno meno ostacoli mentali e sono più abituati a lavorare con l'immaginazione e specialmente con quelli più piccoli usare l'ipnosi è qualcosa che li diverte.

Credo che poi questo sia molto vantaggioso sotto diversi punti di vista.

Innanzitutto non ci sono effetti collaterali, in secondo luogo quando imparano ad avere il controllo del proprio corpo e riuscire a superare le sfide che la vita gli pone di fronte senza l'uso di farmaci è qualcosa che li rende forti e li aiuta a sviluppare la fiducia in se stessi rafforzando la loro autostima.


C: Non dover ricorrere a farmaci può essere un beneficio utile da considerare quando si pensa alla possibilità di scegliere un trattamento ipnotico?
L: Certo, questo è chiaro. Molti genitori non vogliono che i propri figli si curino con farmaci a cause dei possibili effetti secondari che l'utilizzo dei farmaci potrebbe avere sulla loro salute.


C: Esistono altri benefici e vantaggi da considerare quando si utlizza l'ipnosi?
L: Prevalentemente vedo i bambini quando hanno un problema e noto che una volta che hanno risolto il loro problema continuano comunque ad utilizzare le tecniche ipnotiche. Ad esempio per migliorare le performance sportive.

Anche campioni del calibro di Michael Jordan utilizzano queste tecniche per migliorare le proprie performances, giocare meglio ed avere maggior costanza.



C: Come stava dicendo oggi durante il suo intervento al congresso lei nel suo lavoro utilizza anche l'autoipnosi?


L: Certo, possiamo dire che l'autoipnosi è comparabilie al fare canestro a basket o a fare un goal a calcio. C'è bisogno di un allenatore e tutti hanno bisogno di pratica.

Io ho il privilegio di poter essere l'allenatore dei miei clienti e come qualsiasi altra abilità più la si pratica più si diventa bravi. E più si fa pratica più si diventa rapidi.

Il motivo più frequente per il quale viene richiesta l'autoipnosi è per il problema dell'ansia da prestazione sportiva. Ma è una tecnica eccelente anche nei casi di eneuresi notturna, tic, per trattare la Sindrome di Tourette e nei casi di micrania.


C: Quanto tempo occorre per apprendere queste tecniche di autoipnosi?
L: Per imparare l'ipnosi sono necessari due prerequisiti: motivazione ed un'aspettativa positiva, di conseguenza se il paziente è motivato funziona rapidamente e facilmente, è terapia breve.

In quanto pediatra non sono psicologo e quindi il mio intervento in ipnosi è limitato a quello che posso fare. Se ad esempio venisse una persona con un disturbo d'ansia generalizzato od un disturbo ossessivo compulsivo quello sarebbe qualcosa che compete a qualcuno come te (uno psicologo).

Io non lavoro con questo tipo di pazienti.Lavoro con pazienti con tipi di problemi più specifici e con i miei pazienti di solito occorrono 2,3 o 4 sedute prima che ci sia un miglioramento significativo.

Non è una terapia a lungo termine.


C: E' davvero qualcosa di così rapido?
L: Normalmente si, non è sempre così ma normalmente è il tempo che occorre.


C: Quandi circa3/4 sedute

L: Si di solito si ha un miglioramento significativo, non c'è sempre la garanzia che il comportamento cambi non si ha sempre la certezza che accada, ma supponendo che non ci siano gravi situazioni a livello familiare di solito si ha un risultato abbastanza rapidamente.


C: Bene, la ringrazio per le sue risposte. Ci può segnalare dove possiamo trovare maggiori informazioni e qual'è l'indirizzo del suo sito?

L: Certamente, il mio sito è http://jefflazarusmd.com/ e vi ringrazio per avermi dato la possibilità di diffondere queste informazioni riguardo la potenza di questa tecnica.

C: Grazie mille e buona giornata

L: Grazie a voi


Ecco la trascrizione in inglese per gli amici europei
(Ringraziamo la Dott.ssa Andrea Cairella):

Dr. Erika C :
Good afternoon. My name is Dr. Erika Chovanec. I come from Vienna and am psychologist. I collaborate with Dr. Mauro Barachetti and Dr. Manuel Mauri from Italy Hypnosis Strategy.
And now we are sitting in Rome for the International Hypnosis Congress and I would like to introduce you to Jeffrey Lazarus from USA. “Dr. Jeffrey Lazaros you are pediatrician and you are working with hypnosis with children especially? Could you share and introduce what is hypnosis with children? What does it mean?”
Dr. Lazarus:
I think a good example would be something called highly-focused hypnosis. Adults have always had an experience of driving in a car and thinking deep thoughts or talking on our cellular phones and we miss the turn off.
We are not asleep. We are just in a very highly focused state. And what we do with hypnosis as Dr. Yapko says is that we help someone, we help patients, while they are in a highly focused state.
We help them to create an empowering experience in their minds that allows them to realize that they are able to do things that they were previously were not aware that they were able to do. So it is just a highly focused state of mind in which we help patients do this.
Dr. Erika C :
And you are working with children?
Dr. Lazarus: Yes.
Dr. Erika C : What does this work mean doing hypnosis with children?
Dr. Lazarus: Yes in many ways it is much easier to work with children than adults because children are more open to this type of work.
They have less baggage and they use their imaginations all the time, especially younger children so then they find it a lot of fun. And I think there are a number of the advantages to this. One is that there is no side effect to this treatment.
Another thing is that when someone is able to take control over his or her body or life challenges without medication it is extremely empowering and it helps them to develop tremendous self-confidence and boosts their self-esteem.
Dr. Erika C : Not using medication, it’s a benefit, its an advantage of hypnosis?
Dr. Lazarus: Oh yes. Of course of course. Many parents do not want to put their children under medication because of the many side effects. Of course. Of course.
Dr. Erika C. : Are their other benefits or advantages for using hypnosis with children?
Dr. Lazarus: I mainly see children when they have problems and once they have solved their problems they continue to use these techniques. For example, to enhance their sports performance. In other words, Michael Jordan and all professional athletes use these type of techniques to help them play their sports better, with more consistency and at a higher level of performance.
Dr. Erika C. : As I heard today, you are working on self-hypnosis?
Dr. Lazarus: Yes. And what self-hypnosis is, it is like in any other skill, how does one make better baskets in basketball and goals in soccer. Everyone needs a coach and everyone needs to practice and I have the privilege of being the coach for these clients and in turn they have to practice.
And like any other skill the more you practice the better you get at it.
The more they practice the easier it gets. And the more they practice the faster they get.
And the most common condition I see for this include performance anxiety. For instance, test anxiety, sports performance anxiety, those types of things. It’s excellent for nocturnal enuresis, bed wetting, tics with Tourette syndrome and tics without Tourettes syndrome and also migraine headaches.
Dr. Erika C. : And how long does it take to learn this type of technique, this self-hypnosis?
Dr. Lazarus: For hypnosis to work you need two things: positive expectations and motivations. So if the patients are motivated, then it works pretty quickly. This is brief therapy.
I’m a pediatrician, not a mental health worker like you. I am not a psychologist. So I limit what I see, to the things that I know, that I can help them with and where hypnosis can help them with.
So for example, if someone with generalized anxiety or obsessive compulsive disorder they need to see someone like you (psychologist).
I’m not working with those types of patients.I am working with patients who are more specific about their problems.
Typically for those who I see, there is a significant improvement after 2, 3 or 4 visits. It is brief therapy. It’s not long-term therapy.
Dr. Erika C.: Oh, so it is very soon?
Dr. Lazarus: Usually. Not always, but usually.
Dr. Erika C.: So after 3 or 4 therapies…
Dr. Lazarus: Usually there is significant improvement. One can not always be guarantee that biobehavioral will work. One never knows what’s going to happen. Assuming that there is no significant familial dysfunction, but if there is social pathology it usually works, you know, fairly quickly.
Dr. Erika C.: Very nice. Thank you very much for giving us the answers and for more information can we look at your homepage at…
Dr. Lazarus: yes my website is www.jefflazarusmd.com. And I want to thank you for this opportunity to help spread the word about this remarkable and powerful technique.
Dr. Erika C.: Thank you very much have a nice day.
Dr. Lazarus: Thank you very much. You as well.


Le altre video- interviste le puoi trovare cliccando qui sotto:

Intervista a Brent Geary

Intervista a Stephen Lankton

Intervista a Jeff Zeig


Ciao,
Manuel 

7 commenti:

BILLICO ha detto...

miticoooooooooo come al solito, ma la prossima volta realizzala con gli strumenti giusti, avrebbe reso 100 volte di più, cmq rimani sempre il più SERENO !!! :D

Buon Lavoro e Buon Business

Alex Billico.

Gennaro Romagnoli ha detto...

Ehi...grandissimi ragazzi ;-)

un complimento va anche alla collega intervistatrice ;-)

Manuel ha detto...

Grazie Alex!

Come direbbe Nardone abbiamo usato la strategie "creare dal nulla".. ed è venuta piuttosto bene visto la mancanza di spazi e strumentazione;-)

Buon lavoro e..stai Seregno!
Manuel

Manuel ha detto...

Grazie Genna,

aspetta le prossime interviste e come ti accennavo per telefono rimarrai piacevolmente stupito..

Ciao
Manuel

Ezio De Bona ha detto...

Ciao ragazzi. Personalmente uso queste tecniche con mia figlia da anni, dopo aver ascoltato un audiocorso di Wayne Dyer in cui sua figlia "parlando" alle sue verruche le aveva fatte andar via. Mia figlia ha 10 anni e quando ha qualche problema, la sera appena prima di addormentarsi si autocondiziona.
Il tutto era iniziato proprio perché aveva delle crisi d'ansia causate (l'ho scoperto dopo) dalle prove di evacuazione fatte con i vigili del fuoco all'asilo. Il problema che durava da mesi è stato risolto dopo la prima sera di autocondizionamento. Ormai potrebbe tenere corsi sulla tecnica, linguaggio in positivo rilassamento ecc. ecc.
A presto. Ezio
formazionemp3.info

Mauro ha detto...

Grazie Alex e Genna,
quello che stiamo facendo è un lavoro molto affascinante...grazie per il vostro sostegno!!!:)

Ciao
Mauro

Manuel ha detto...

Ciao Ezio,
ottimo commento davvero..

Le vostre zone erronee di Wayne Dyer è stato il prima libro in di psicologia in assoluto che ho letto.

E' un grandissimo autore che attraverso tutti i suoi libri, non ultimo quello che ha fatto accostando la psicologia al taoismo, riesce a ragionare con la semplicità del bambino e a dare strumenti per il cambiamento.

Complimenti a tua figlia e a te che le stai dando qualcosa che vale oro!

Ciao
Manuel